Recensione Libro: DreamMaker-The Rise and Fall of J Delorean

Recensioni, consigli e critiche
Rispondi
Avatar utente
Cineman
Messaggi: 1489
Iscritto il: 10 dic 2006, 13:26
Contatta:

Recensione Libro: DreamMaker-The Rise and Fall of J Delorean

Messaggio da Cineman » 23 dic 2006, 13:40

Immagine
Immagine

Ho comprato il libro in questione da Ebay, nuovo, pagato circa 6$ piu altri 7$ di spedizione.

Il libro è stato uno dei primi ad uscire dopo lo scandalo delorean, è uscito a fine '83. Il libro è in inglese.
Nei vari siti di appassionati questo libro è segnalato come molto di parte, e spesso quindi viene un po ignorato dagli appassionati.

Ho letto questo libro subito dopo la autobiografia di Delorean.
Personalmente ho trovato il libro molto dettagliato. Nel libro vi raccontanto praticamente giorno per giorno quello che accadde nella vita di J.Delorean, ovviamente nei momenti di interesse. Questo fa si che si riescano a sapere molti dettagli che magari non sempre vengono citati da tutti, oppure ci si riesce a fare una idea del tipo di rapporti che potevano esserci tra le varie persone all'interno della DMC.
Per quanto riguarda il discorso che il libro è "di parte" vorrei dire questo:
leggendo il libro mi sono fatto una strana impressione e cioè che il libro in realtà NON fosse nato per essere di parte, ma doveva essere un resoconto obiettivo e giornalistico della vicenda. Infatti in generale il libro non fa critiche particolari a Delorean, ma lo fa solo in precisi momenti. Anche piu di una volta il libro ammette i vari fattori positivi della vicenda o che andavano a favore della DMC. La cosa strana è che spesso, dopo aver parlato per un po obiettivamente, fa delle considerazioni molto di parte, oppure addirittura non considerando quasi neanche i fattori positivi che aveva descritto poco prima. Ad esempio in un punto ammette che l'inverno 81 fu un periodo di ristagnazione per la vendita di auto sportive, portando dati, e alla fine dopo un po critica questa stessa cosa dicendo che in realtà forse non era vero, e porta altri dati contradditori.
La mia opinione è che, come dicevo, il libro è stato scritto inizialmente per essere obiettivo, e posso ammettere che anche ad essere obiettivo qualche critica alla vicenda si possa fare, però in seguito, al momento della pubblicazione, il libro è stato completamente "rivisto" per inserire tutte quelle parti molto pessimistiche e di parte. Il libro infatti è stato scritto da DUE autori: Fallon e Srodes e sono convinto che uno dei due ha fatto tutto il lavoro iniziale, poi quando è stato il caso di pubblicarlo per rendere piu sensazionale la cosa, il secondo autore ha aggiunto tutte quelle parti contrarie, che spesso sanno di falsificazione, non portando prove controllate, oppure di opinione troppo di parte, quando appunto ciò che dice appare in contrasto con altre vicende. Oppure, ad esempio, una cosa che fa imbestialire, è quando nel libro viene raccontata la vicenda linearmente, giorno per giorno per dare obiettività alla cosa, e poi interviene "il secondo giornalista" e inizia a fare salti, conclusione, saltando avanti di giorni, mettendo assieme fatti che avverranno solo giorni, settimane o mesi dopo per fare sembrare dei comportamenti o scelte delle cose "cattive" apposta e programmate, mettendo assieme tutte le scelte sbagliate alla fine di un capitoletto per far sembrare peggiore la posizione di Delorean, quando in realtà se si dovessero scrivere linearmente le vicende, è ovvio che ci sono delle cose buone e delle scelte sbagliate che possono alternarsi, ma a metterle tutte assieme saltando di qua e di la lo si fa solo per far danno.

Insomma, il libro è interessante se si riesce un po a leggerlo facendo finta di non vedere certe cose, vengono date molte informazioni tecniche, politiche ed economiche della storia, cosa che sicuramente Delorean nella sua biografia non fa.
...inoltre, l'acciaio inossidabile ha permesso che il flusso...
Chiamatemi Mr Vee. Pierre Vee. ^^
Andrea - Delorean VIN 1748 June '81
3.0 Twin-Turbo - evenfiring Z7X PRV - Megasquirt EFI
Renault Alpine GTA 2.8 turbo - 1989

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite